• Pubblicata il:
  • Autore: Mirco
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Mirco
  • Categoria: Racconti orge

SPLIT quarta personalità

Oggi tocca a me, mi presento, sono Mirco per definizione il masturbatore ossessivo compulsivo, mi distinguo dalle altre personalità perchè a differenza degli altri sono indipendente, nel senso che non mi serve nessuno, ne una ragazza, ne una donna, ne un uomo, ne una trans e ne una trav, io indifferentemente a dove mi trovo e con chi sono sento sempre il bisogno di toccarmi e di avere un orgasmo. Ricordo la masturbata più intensa che mi era capitata qualche mese fa, ero stato invitato ad una festa a numero chiuso, era un club privè dove partecipava una fascia di trasgressivi molto varia, dagli scambisti alle coppie aperte alle persone sadomaso... era una serata di per sè esclusiva, con un gente esclusiva, avevo fatto amicizia con una coppia di scambisti che mi raccontavano di aver organizzato una mega orgia in quella serata, se volevo partecipare potevo unirmi a loro anche se non avessi fatto sesso.. io ho un debole per le gambe, se poi indossano calze velate o autoreggenti vado giù di testa, ho un amore particolare per i piedini sexy, per i culetti belli rotondi e sodi, a quell'evento mi era quasi venuto male al collo a forza di girarmi da una parte all'altra, ero talmente arrapato che ero scappato in bagno per segarmi a calmare i miei ormoni, ma non bastava e il sol pensiero dell'orgia mi eccitava di brutto. La location era molto carina e di classe, nel giardino all'esterno c'era una piscina molto grande e all'interno oltre ai divanetti e alla zona bar avevano anche una pista per ballare poi dalla mezzanotte aprivano il primo piano dove c'erano delle stanze per scopare e una mega sala che si doveva prenotare per le orge.. finalmente era arrivata l'ora della mucchiata, mi ero diretto verso la sala e appena entrato mi era sembrato di essere in paradiso, avevano già iniziato e ovunque guardavo c'erano persone che scopavano, d'istinto mi ero subito messo la mano sul pacco per massaggiarmi in cazzo ma era talmente duro e gonfio che dovevo tirarlo fuori per dargli sfogo, ho iniziato praticamente subito a masturbarmi guardando un po ovunque, era veramente uno spettacolo, tanto che alla prima sega ero durato forse cinque minuti... quella era stata la serata dove mi sono fatto più seghe, ero arrivato al punto che iniziavo ad avere il pisello insensibile ma volevo provare un'ultimo oprgasmo prima di andarmene e mi feci l'ultima infilandomi un dito nel culo, il FINALE COL BOTTO come si dice anche perchè chissà quando mi sarebbe ricapitato di venire alla luce....

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!