I GIOCATTOLI DEL SESSO – parte 1 – Sora (FR) - Gorizia Trasgressiva

I GIOCATTOLI DEL SESSO – parte 1 – Sora (FR) - Gorizia Trasgressiva

Ciao, inizierò col dirvi che siete un branco di pervertiti schifosi e sfigati. Io invece sono felicemente sposato, ho un cazzo che funziona bene e una moglie bellissima (Mara) con le zinne più grosse del quartiere e il culo più sexi che non ve lo immaginate neanche. In più il nome Demetrio Coppola e Mara sò falsi, così col cazzo che ce riconoscete.
Ieri sera ci siamo seduti entrambi per cena. Lei aveva preparato le zucchine ripiene col polpettone e le cipolle al forno. Sì, perchè oltre a essere una gran figa sa pure cucinare... alla facciaccia vostra!
Dopo che abbiamo mangiato, guardato il telegiornale e un pezzo del commissario Montalbano, ci siamo addormentati sul divano. Al risveglio Mara me fa.
- Amò, stasera a letto potemmo provare qualcosa di nuovo? Sennò è sempre la stessa minestra...
- Vabbè però lavate i denti che le cipolle se sentono...
- Okkei, vieni de sopra fra mezz'ora che me vado a preparà...
Dopo 30 minuti vado de sopra. Ero davvero curioso di vedere cosa aveva preparato per me. 
Entro nella stanza e c'è mia moglie con un bodi di pelle rossa, un frustino per cavalli e un vibratore de plastica.
- A Mà, ma che cazzo te sei messa in testa?
- Non chiamarmi Mara, chiamami PADRONA! Voglio che te metta stì vestiti e stà parrucca!
- Babi..... te senti bene?
M'ha ammollato un colpo di frustino sul braccio.
- Ahiooo!
- T'ho detto che il mio nome è padrona! Metti stì stracci sinnò te gonfio!
Sono andato in bagno e mi sono cambiato, c'era una minigonna nera molto corta, senza mutande, un reggipetto, una camicia bianca attillata, e la parrucca bionda. Sono uscito ma lei m'ha bloccato dicendo che doveva truccarmi. Con ombretto, matita e rossetto parevo nà mignotta! Mara me fa.
- Questo è momento per la tua punizione. Vieni qui, la padrona vuole sculacciarti.
Mi sono piegato a 90 gradi e lei ha alzato la gonna e m'ha sculacciato.
- Ora la padrona vuole che il suo cazzo sia succhiato... ORA! Mi sono inginocchiato e mi sono preso la punta del vibratore in bocca. Non avevo mai fatto niente di simile prima, ma stava davvero iniziando a piacermi. Hei cagna! Voglio che tu mi succhi il cazzo non solo la testa, ma tutto in bocca! Ho ubbidito ma dopo un po' me fa.
- Piegati cagna! Piegati contro la padrona che vuole fotterti nel culo!
Prese un tubetto di crema e cominciò a strofinarla su tutto il cazzo de plastica e sul mio buco del culo.

CONTINUA

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI